Notizie sul
Bangladesh
 

 

Il Bangladesh fa parte fisicamente e culturalmente del sub-continente indiano. Come stato indipendente nasce nel 1971, dopo una guerra di Liberazione che lo separa dal Pakistan, a cui era stato legato col nome di East Pakistan nel 1947.
Dopo la Liberazione il paese si ritrova distrutto economicamente dalla guerra e nel 1974 si verifica la terribile carestia che lo ha portato all'attenzione dei media europei. In questa situazione di povertà e sviluppo limitato, la situazione della donna, influenzata dalle religioni induista e musulmana, è tradizionalmente di totale sottomissione al capofamiglia, sia esso padre, fratello o marito.
Situato a nord-est dell'India, il paese confina con l'India a nord e ovest, col Myanmar a sud-est e col golfo del Bengala a sud. E attraversato da molti corsi d'acqua tra cui i più importanti sono il Gange e il Brahmaputra. Questa ricchezza idrica rende le comunicazioni e i trasporti all'interno del paese difficili, e così per una vittima di ustioni si presentano dei problemi anche logistici prima che essa possa accedere ad un centro di cure adeguato. Diventa quindi importante garantire un intervento di primo soccorso a livello provinciale in modo da assicurare che le vittime siano opportunamente preparate per il trasporto sino alla capitale.

Il Bangladesh è una repubblica democratica, attualmente il governo è formato dall'Awami League, la cui Prima Ministra, Sheik Asina, è la figlia del fondatore del paese, assassinato nel 1975. In realtà la maggior parte della politica e dell'economia sono in mano a un numero ristretto di famiglie che si contendono il potere a scapito del resto della popolazione.

Le difficoltà del paese sono soprattutto legate all'aumento della popolazione, che oggi si calcola intorno ai 120 milioni di abitanti su un area di 147.570 kmq. E' il paese con la densità di popolazione (861 ab/kmq) più alta al mondo ed uno dei più poveri, con un reddito procapite annuo di circa 240 dollari.
E' inoltre uno dei pochi paesi con una maggioranza maschile con 52% di uomini e solo 48% di donne nella popolazione. Ciò è dovuto al tasso di mortalità più alto per le bambine, sia alla minor longevità delle donne, e all'alta mortalità per parto.
Nell'educazione si è arrivati a un miglioramento grazie all'intervento dell'ONU che ha portato la frequentazione della ragazze nella scuola primaria allo stesso livello di quella dei ragazzi, con un tasso di frequentazione urbana del 80% e rurale del 85%.
Il tasso di malnutrizione infantile è del 66%. Il 75% dei bambini malnutriti riporta danni irreversibili fino all'età adulta.
Il tasso di mortalità infantile del 77 per mille aumenta nelle città a 81 per mille e negli slum urbani è addirittura del 138 per mille.
La situazione sanitaria è scadente, con solo il 50% di copertura dei servizi sanitari e un medico ogni 5.000 abitanti. Si calcolano più di 10.000 casi di ustioni all'anno, soprattutto a donne e bambini in ambiente domestico. Un altro punto dolente à la violenza contro le donne, vengono riportati 1.000 casi di violenza sessuale all'anno, di cui il 20% su minori, ma molti di più sono i casi di violenza, sessuale e non, che non vengono dichiarati alle autorità e rimangono nascosti per motivo di vergogna.

home Bangladesh
home sito
Mail-Med